arturo annecchino composer

info@arturoannecchino.net

web designer roberta boccacci

pecoranera

di scena 

09/07/2019, 19:01

teatro



La-ballata-della-Zerlina
La-ballata-della-Zerlina
La-ballata-della-Zerlina
La-ballata-della-Zerlina
La-ballata-della-Zerlina
La-ballata-della-Zerlina


 62° Spoleto Festival Dei Due Mondi - Adriana Asti e Lucinda Childs



"Die Erzählung der Magd Zerline" (1949) di Hermann Broch 

con Adriana Asti
regia e performance Lucinda Childs
immagini e spazio scenico Pat Steir
 
traduzione Ada Vigliani 
drammaturgia René de Ceccatty
paesaggio sonoro Arturo Annecchino
luci e impianto scenico Angelo Linzalata
regista assistente Silvia Rigon

ideazione del suono olofonico Fabio Brugnoli             
ingegnere del suono/fonico di sala Michele Fiori 
video editing Alexis Myre 
video designer Michele Innocente

progetto Festival dei 2Mondi di Spoleto
in collaborazione con Museo Madre di Napoli
coproduzione Teatro Metastasio di Prato Teatro dell´Elfo di Milano
a cura di Change Performing Arts

Una ballata di erotismo e ribellione che si sviluppa drammaticamente come un temporale della memoria: dalle poche e rade gocce iniziali la sua furia cresce fino ad un apice di violenza squassante prima di acquietarsi nuovamente in un afoso pomeriggio estivo.
Hanna Arendt scrisse al suo amico Hermann Broch che "la ballata della Zerlina è una delle più grandi storie d’amore che io conosca". Entrambi erano emigrati oltreoceano per sfuggire alla persecuzione nazista. Broch, nato a Vienna nel 1896 in una famiglia ebraica, fuggì prima in Inghilterra anche con l’aiuto di James Joyce e poi giunse in America nel 1935 dove morì nel 1951.
Il racconto di Broch - oggi considerato uno dei maggiori scrittori modernisti - prende avvio in un interno aristocratico di metà Novecento, ma ben presto si colloca in una sfera senza tempo: la serva Zerlina racconta con foga implacabile la storia di una profonda passione erotica e di una feroce sete di vendetta, che si allontana presto da alcuni riferimenti mozartiani per avvicinarsi piuttosto all’atmosfera di alcuni testi libertini settecenteschi.
Sin dagli anni ’80 il testo di Broch - apparso nel romanzo Gli incolpevoli nel 1949 - è stato portato in scena più volte, ma la versione indimenticabile rimane quella di Klaus Michael Gruber con Jeanne Moreau del 1986, a cui questa nuova messinscena vuole anche rendere omaggio.
Zerlina è ora Adriana Asti, icona del teatro italiano che non rinuncia alle avventure, anche le più rischiose, per stupire se stessa e il suo pubblico: nessuna altra attrice può portare ogni volta sul palcoscenico le tracce di tanta storia del cinema e del teatro del secondo Novecento. Solo lei può raccontare con humour e leggerezza di aver prestato la sua arte di "attrice per insofferenza" - come ella stessa ama definirsi - a Pasolini, Visconti, Bertolucci, Strehler, Ronconi, Wilson e Buñuel.
Compagna di strada in questa avventura è Lucinda Childs che - internazionalmente nota come danzatrice e coreografa, coautrice con Robert Wilson e Philip Glass di uno spettacolo mitico come Einstein on the beach -  ha sempre frequentato il teatro contemporaneo come luogo dell’incrocio creativo di parola, musica e movimento. In questo spettacolo ritrova quindi una sua profonda vocazione, non solo curando la regia in una prospettiva astratta e visionaria, ma anche calcando il palcoscenico ogni sera per dare corpo ai fantasmi silenti evocati da Zerlina. 
Ad Adriana Asti e Lucinda Childs si unisce Pat Steir, signora dell’arte americana che definitivamente contribuisce a proiettare la ballata di Zerlina in una atmosfera magica per farne una storia universale senza tempo: lo spazio scenico perde i legami con la realtà e si ispira allo spazio metafisico delle sue "waterfalls". L’artista americana, conosciuta per le sue "cascate" (grandi dipinti acquatici spesso realizzati in situazioni site-specific), avvolge il temporale della memoria di Zerlina nello spazio del suo magico minimalismo, con il contributo delle musiche, da Philip Glass a Laurie Anderson.




1
Sinphonia Band - Roccella Jazz Festival 39
2019-07-12T10:30:00+02:00
2019-07-13T00:00:00+02:00


Sinphonia Band - Roccella Jazz Festival 39
€0
arturoannecchino.net
La Ballata di Zerlina
2019-07-04T20:00:00+02:00
2019-07-14T21:30:00+02:00
Spoleto
Spoleto
€0
arturoannecchino.net
ladance
2018-03-02T21:00:00+01:00
2018-03-02T23:00:00+01:00


concerto solo solo
€0
arturoannecchino.net
Magic Night
2017-07-15T00:00:00+02:00
2017-07-15T03:00:00+02:00


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed condimentum aliquam condimentum.
€0
arturoannecchino.net
Guitar Concert
2017-07-14T20:00:00+02:00
2017-07-14T23:00:00+02:00


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed condimentum aliquam condimentum.
€0
arturoannecchino.net
Happy Party
2017-07-14T12:00:00+02:00
2017-07-14T16:00:00+02:00


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Sed condimentum aliquam condimentum.
€0
arturoannecchino.net
Ladànce
2017-03-02T21:00:00+01:00
2018-03-02T22:30:00+01:00
Roma, Auditorium Parco della Musica, Via Pietro de Coubertin, 30
Roma, Auditorium Parco della Musica, Via Pietro de Coubertin, 30
Concerto per piano solo
€0
arturoannecchino.net
© 2016 TEconCHOvsfgsdfsdfsN
Create a website